Sotto la spinta delle normative Europee, che stanno mettendo al bando l’utilizzo di metalli tossici come il MERCURIO, con il progetto HERMES si è voluto studiare la possibilità di utilizzare catalizzatori “eco-compatibili” come BISMUTO, ZINCO, ZIRCONIO e STAGNO per produrre RESINE GREEN ed ECO SOSTENIBILI.

HERMES vuole dunque portare sul mercato una nuova generazione di resine bicomponenti, in cui gli elementi siano ecocompatibili, grazie a materie di origine naturale e non di sintesi chimica.

OBIETTIVI RAGGIUNTI

I nuovi sistemi di catalisi hanno comportato studi per la riprogettazione dei sistemi di stabilità (Filtri UV absorber) delle resine contro gli effetti dell’invecchiamento e lo studio di campi elettrici ad alta frequenza e sistemi di irraggiamento a microonde da utilizzare per migliorare la catalizzazione e l’essiccazione delle nuove resine prodotte.

L’impianto pilota realizzato è stato dotato di una nuova logica di controllo ad-hoc, studiata e realizzata in seno al progetto, la HERMES BOARD.

Tutta l’elettronica e la logica di controllo è stata realizzata in aderenza ai dettami dell’INDUSTRIA 4.0, in quanto in grado di colloquiare a monte a valle della catena produttiva con altri dispositivi in ottica Internet of the things e con l’utilizzo di sistemi Cloud per lo scambio di dati.